Cell: +39 338 5852819: +39 02 66800052

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Ultime Novità per chi ristruttura o acquista nuovi mobili e elettrodomestici fino a Dicembre 2016

foto-blog-3

Importanti novità per il settore casa sono state finalmente convertite in legge e approvate dal Senato alcuni giorni addietro. Ecco un rapido memorandum delle nuove introduzioni.

Ristrutturazioni: per tutto l’anno sarà possibile detrarre fino al 50% delle spese sostenute per ristrutturazioni edilizie fino a un massimo di 96 mila euro. Infatti la legge di stabilità 2016 (legge n. 208 del 28 dicembre 2015) ha prorogato al 31 dicembre 2016 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%), confermando il limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.
Dal 1° gennaio 2017 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.
La legge di stabilità 2016 ha inoltre prorogato la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni),finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione.

Cosa fare per chiedere il bonus:
L’agevolazione può essere richiesta per le spese sostenute nell’anno, secondo il criterio di cassa, e va suddivisa fra tutti i soggetti che hanno sostenuto la spesa e che hanno diritto alla detrazione.
Se gli interventi realizzati in ciascun anno consistono nella prosecuzione di lavori iniziati in anni precedenti, per determinare il limite massimo delle spese detraibili si deve tenere conto di quelle sostenute nei medesimi anni: si avrà diritto all’agevolazione solo se la spesa per la quale si è già fruito della relativa detrazione non ha superato il limite complessivo previsto.
Ciascun contribuente ha diritto a detrarre annualmente la quota spettante nei limiti dell’Irpef dovuta per l’anno in questione. Non è ammesso il rimborso di somme eccedenti l’imposta.
Può richiedere la detrazione anche chi esegue in proprio i lavori sull’immobile, limitatamente alle spese di acquisto dei materiali utilizzati.

Case antisismiche: per tutti i bonifici relativi ai lavori di ristrutturazioni edilizie con misure antisismiche su abitazioni principali o unità produttive e effettuati nelle zone antisismiche ad alta pericolosità dall’entrata in vigore del decreto fino al 31 dicembre 2016, la detrazione sale al 65% per un massimo di 96 mila euro.

Risparmio energetico: la detrazione Irpef e Ires del 65% sulle operazioni volte all’installazione di impianti per il risparmio energetico viene prorogata fino al 31 dicembre del 2016. La vera novità è che rientrano in queste spese detraibili anche quelle per condizionatori con pompa di calore efficienti, impianti geotermici e scaldacqua verdi, domotica.

Le novità sul bonus casa

Mobili ed elettrodomestici: se si sta ristrutturando casa (operazione per la quale è possibile detrarre fino al 50% delle spese sostenute, come indicato in precedenza) e si comprano nuovi mobili, è possibile detrarne la spesa fino a un massimo del 50% dell’importo speso. La norma vale anche per i grandi elettrodomestici acquistati in tale occasione: frigoriferi, congelatori, lavastoviglie, lavatrici ad alta efficienza energetica e da usare per arredare l’immobile ristrutturato.
La detrazione spettante, da ripartire tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, deve essere calcolata sull’importo massimo di 10.000 euro.

 

Lascia un tuo commento

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>